LE GRANDI CORSE DELLA STAGIONE

LE GRANDI CORSE DELLA STAGIONE

Nell’aria si avvertono già i profumi e i colori della primavera. Ci lasciamo alle spalle, tutto sommato, un inverno climaticamente mite. La primavera non è soltanto la stagione dei fiori, nel Galoppo Italiano è anche la splendida grande rappresentazione delle classiche e delle corse di selezione che hanno in Capannelle il proprio naturale palcoscenico incastonato nelle meravigliose quinte naturali dei Castelli Romani.

Nel mese di marzo,  al Galoppo  Capannelle correrà 11 volte con la tradizionale sequenza martedì, venerdì e domenica con le eccezioni dei martedì 19 e 26 e della domenica 31 che è Pasqua. Questo vuol dire che si correrà il giorno dopo, primo aprile ma anche lunedì di Pasquetta ed in tutto le giornate di corse saranno nove. Una in più quelle di maggio, dieci e con anche il primo maggio che sarà un mercoledì.

Di fatto nel mese la sequenza sarà quella scandita dai venerdì e dalle domeniche mentre in giugno al galoppo si correrà soltanto una volta, la domenica due.

Ai numeri si debbono necessariamente aggiungere la notazioni prettamente di valenza tecnica, le più attese dagli appassionati. Alle Capannelle si sostanzia in buona parte la selezione del Galoppo Italiano.

Primo pomeriggio da non perdere (non dimenticate comunque che ogni domenica avrà più di un contenuto tecnico intrigante) quello del 17 di marzo quando si disputeranno due listed, entrambe per anziani: il Natale di Roma sul miglio e il Circo Massimo sui 2000, primi step verso traguardi  di gruppo, tra Roma e Milano, più importanti.

Pasquetta alle Capannelle è da cento anni un appuntamento classico, occasione di scampagnata fuori porta sovente supportata anche da programma di ragguardevole interesse e valenza selettiva. Come questa volta grazie al Daumier e al Torricola sul miglio per i tre anni in vista di Parioli ed Elena, ultime chiamate  importanti anche se, da qualche stagione, non più gratificate dello status di listed. Che possiede invece  il Signorino, in programma domenica 14 aprile sui 1800 chiara preparazione per il Presidente della Repubblica e che si abbina con il Cloridano sui 1200, HP per i tre anni.

Il grande pomeriggio sarà quello della domenica 28 aprile, imperdibile. Le prime pattern in scena: Parioli ed Elena sul miglio con in campo i tre anni, i maschi nel Parioli e le femmine nell’Elena. Saranno anche le prime due classiche della stagione che fanno status solo per il fatto di esistere e che , come ben noto, si completano con il Derby e con le Oaks , a Milano queste ultime. Ovviamente tutte solo per tre anni.

In questo super pomeriggio anche il Botticelli, listed sui 2100 che lancia i tre anni verso il Nastro Azzurro, poi il WWF HP sui 1500 per anziani, come  il premio Unione Proprietari Galoppo e il Jebel Ali però per sole femmine.

Interessante sarà anche la domenica 5 maggio grazie alla disputa di altri due handicap importanti vale a dire il Bruno Agriformi, HP, sui 2400 per tre anni e il Tadolina  ex listed ora Super Handicap che raccoglie al via sul miglio le femmine anziane.

Finalmente il giorno più importante, nel Galoppo italiano, di tutto l’anno: il Derby Day in programma il 19 maggio. Derby ancora gruppo 2 sui 2200, il Presidente della Repubblica che scala a gruppo tre sui 1800 per anziani, che animeranno il Carlo D’Alessio , ora listed, sui 2400 mentre il Tudini, altra listed sarà sui 1200 ma con anche i tre anni.

La super domenica regalerà agli appassionati anche il  premio Alessandro Perrone sui 1100 , listed per le femmine di due anni, il Mauro Sbarigia, listed sul miglio per i tre anni reduci dal Parioli, vincitore escluso,  e il premio Edmondo Botti sui 2400, tradizionale HP sui 2400 per anziani.

Gran finale il due giugno con il festival degli Hp ma anche con il Giubilo per i due anni : in programma il Ricchi sui 1000 metri per i tre anni e oltre e, solo per gli anziani, il Castelli Romani sul miglio e il Tullio ed Enzo Mei sui 2000.

Davvero non resta che  alzare il sipario ed augurare a tutti un sincero Buon Divertimento!