Derby Italiano Trotto

Il Derby del trotto, che tradizionalmente si disputa la prima domenica di ottobre, è la corsa principe nel calendario, l’appuntamento dell’anno più atteso da addetti ai lavori e appassionati. Nel 2014 per la prima volta è stato effettuato sulla nuova pista di trotto creata all’ippodromo Capannelle.
 
La prima edizione della corsa è datata 1926. Venne disputato all’ippodromo romano di Villa Glori con il nome di “Derby Reale del Trotto” sulla distanza dei 2000 metri e con una dotazione di 100.000 lire. Vinse un puledro di nome Malacoda con il tempo di 1.29.2 in pista da 800 metri.
 
Dal 1928 al 1932 la distanza venne portata a 2100 metri e la corsa condusse alla ribalta i più famosi driver dell’epoca, anche se, in materia di velocità, i risultati non furono proprio eccelsi: il miglior ragguaglio fu infatti quello ottenuto da Palla che nel 1927 vinse in 1.26.
 
Negli anni '30 il Derby cambiò ancora distanza e denominazione: i metri diventarono prima 2400 e poi 2500 e la corsa prese il nome di “Gran Premio del Re e Imperatore”.
 
Gli anni della guerra sconvolsero inevitabilmente anche la programmazione del Derby: l’ultima edizione tenuta a Roma fu vinta nel 1943 dal celeberrimo Mistero guidato da Ugo Bottoni, poi la corsa “sfollò” a Milano, dove fu disputato nel biennio 1944-45 con il nome di “Gran Premio Allevamento”, e infine a Napoli nel 1946, anno in cui ritrovò il nome di Derby.
 
Nel 1947, finalmente, il Nastro Azzurro tornò a Roma nella sua sede naturale e ritrovò la sua tradizionale collocazione della notte del 29 giugno, festa dei Santi Pietro e Paolo, patroni della città. Gli anni '50 segnarono il primo avvio dato con l'autostart (1952) e conclusero l'epoca di Villa Glori, poiché l'ippodromo fu distrutto per fare posto al Villaggio Olimpico.
 
Nel 1960 la sfida si trasferisce sulla nuovissima pista da 1000 metri di Tor di Valle, all'interno di un impianto ampio e moderno costruito in un'ansa del Tevere a mezza via con il mare, in un'area della città dove allora sorgevano soltanto gli edifici dell'Eur. Si corre sui 2100 metri, che diventeranno l'attuale distanza classica della corsa, trascorso il periodo in cui questa fu portata ai 2600 metri, dal 1968 al 1974. Dal 2000 si corre con la formula di tre batterie e una finale che si disputa a distanza di due settimane dalle qualificazioni.
Con la chiusura di Tor di Valle, l'edizione 2013 è stata effettuata in dicembre a Napoli.

Nel 2014 il Derby è poi tornato nell’abituale sede capitolina, disputato per la prima volta sulla nuova pista di trotto creata all’Ippodromo Capannelle.
Dal 2015, con una modifica al regolamento, i partenti del Derby sono stati portati a 14, invece dei tradizionali 12.

Immagini