DOMENICA 8 MARZO, CORSE AL GALOPPO

Una domenica super come lo saranno tutte quelle che vivremo fino al termine della stagione il due giugno. Ovviamente la speranza di tutti è che quanto prima possa essere possibile agli appassionati di essere presenti all’ippodromo dove si vive la autentica atmosfera di un pomeriggio alle corse.
Questa volta il traguardo che verrà inquadrato sarà quello delle prime due classiche di primavera ovvero Parioli ed Elena ma tutta la giornata è ricca di spunti più interessanti come è nella tradizione della splendida primavera romana.  Al Parioli si va attraverso il premio Arconte come ci hanno insegnato dei maestri come Armando Renzoni, Lorenzo Brogi e Luigi Camici come ci ricordano i nomi di Golden Titus, Giovane Imperatore e Crisos il Monaco.  Un trampolino perfetto che potrà essere utile, stessa distanza (il miglio) e identico tracciato proprio della classica, agli otto in pista ovvero Amadigi, Avengers Endgame, Baptism,Boxing, Flam, Security Reason, Spirit Noir e The Last Try. Sarà assolutamente grande momento di selezione. Come quello del Ceprano (da qui ad esempio parti Bugia verso l’Elena) su identico tracciato e distanza  Saranno in ben 12 a dare spettacolo e a fare selezione. Per le migliori ecco il via libera anche diretto verso la classica.
Binocoli puntati su tutte ma magari un po’ di più verso Coco Charm, Chatelet, Frequent Flyer, Royal Wedding e Wonderfull World.  Due corse, una volta listed ora super condizionate che lo scorso anno sono state disputate a San Rossore ( capannelle riaprì subito dopo)  e tra i maschi vinse Painful che non andò al Parioli mentre Miss Moon e Intense Battle furono protagoniste valide dell’Elena.  Se poi andiamo a ritroso in entrambe le prove ecco che scopriamo splendidi protagonisti delle due classiche e ciò fa comprendere  che  siamo dinanzi a due corse fondamentali nella stagione: Lady Ramon, Sound of Freedom, My Sweet Baby, Dionisia, Bugia, Grand Treasure, Cronsa, Icebreaking e tra i maschi Patriot Hero, General Sherman, Golden Titus, Giovane Imperatore, Ceprin, Hoovergetthekeys, Best Tango. Non c’è molto da aggiungere, solo cercare di non perdere la visione della corsa.
Non solo, di tutta la giornata perché essendo otto di marzo non mancherà una sorta di omaggio alla donna grazie alla corsa per sole Amazzoni sui 1800 metri con nove cavalli nella gabbie. Magnifica iniziativa il cui valore va oltre il momento agonistico. Tecnicamente non potremo fare a meno di osservare i debuttanti impegnati nel Donatello (fu uno dei capolavori del Senatore Federico Tesio, runner up di Grand Prix de Paris)  che mantiene sempre un certo fascino sui 1800 metri ed infatti saranno in 13. Cosi come ha il suo fascino una corsa come il Trattato di Roma, nato per celebrare il cinquantesimo anniversario, partito come listed ed oggi buon handicap limitato sulla pista all wether, una corta di congedo dall’inverno per gli specialisti di quella pista. In tutto sei corse, il consueto buon numero partenti, una prova per esordienti appunto, due super condizionate, due perizie e la corsa per sole amazzoni con cinque volte attiva la pista grande  e con distanze dai 1500 ai 1800, festival per i miler. 
 
Clicca qui per i partenti
 
Torna Indietro