Ancora due handicap principali

Domenica 22 novembre l’ippodromo Capannelle manda in scena gli ultimi due handicap principali romani del galoppo 2015, con inizio del convegno alle ore 14.30. I puledri di 2 anni avranno a loro disposizione il Premio Sette Colli (24.200 euro, m. 1600 p.g.): ben quindici partenti, con scala dei pesi aperta da Pericolo Imminente (proprietario Maurizio Illuminati - allenatore Vincenzo Fazio) con 60 chili e mezzo e chiusa a 50 e mezzo da Solsbury Hill (Turri/Biccai - Marco Gasparini) e Torcida (Giuseppe Ligas proprietario e allenatore). Perizia affollata e chance più o meno importanti per tutti e quindici, così come per i sedici partenti del Premio Capannelle (24.200 euro, m. 1200 p.d.) per cavalli di 3 anni e oltre. Uno sprint equilibratissimo, con Harlem Shake (Vincenzo Caldarola - Marco Gasparini) in cima a tutti con i suoi 63 chili, reduce dal non piazzato nel Premio Aloisi, e Freetown (Giuseppe Ferracci - Alessandro Turco) in fondo alla scala con 50. La corsa tecnicamente più valida e sicuramente intrigante sarà quella programmata in apertura di pomeriggio: il Premio Time Charter (14.300 euro, m. 1800 p.g.), condizionata per cavalli di 2 anni. Pochissimi al via, solo in quattro, ma decisamente buoni: tutti puledri già validi su una distanza così impegnativa per i giovanissimi alle prime armi. Chappy Bros (Federica Cracco - “Endo” Botti) e Il Lupo e La Luna (Scuderia Ste.Ma. - “Endo” Botti) hanno vinto entrambi al debutto in maiden, destando eccellente impressione. Il compagno di allenamento Familiar Destiny (Scuderia Effevi - “Endo” Botti) e Lord Schekin (Scuderia Framanti - Roberto Brogi) cercheranno di far valere la maggiore esperienza, in ogni caso tutti e due vantano buoni riferimenti.
Clicca qui per i partenti
Clicca qui per i favoriti
Torna Indietro