Una domenica di grande galoppo

Domenica 8 novembre davvero una fantastica giornata di corse all'ippodromo Capannelle (inizio del convegno alle ore 14.25) a fare da contorno al Premio Roma GBI Racing (gruppo 1, 242.000 euro, m. 2000 p.g.), l’altro grande evento dell’autunno per il galoppo romano, a due settimane di distanza dal Longines Lydia Tesio. Ben tredici alla fine i partenti, con gli stranieri in numero maggiore rispetto agli italiani: sette contro sei. Tra gli ospiti spiccano i nomi del francese Prince Gibraltar (proprietario Jean Francois Gribomont - allenatore Jean Claude Rouget), in carriera vincitore di Criterium de Saint Cloud, Greffulhe e GP von Baden, piazzato di Jockey Club e Ganay, due volte al via nell’Arc de Triomphe, e dell’inglese Tullius (Kennet Valley Thoroughbreds - Andrew Balding), laureato di Sandown e Doncaster Mile ma anche piazzato di Lockinge, Queen Anne e Queen Elizabeth II, ai quali si aggiungono i tedeschi Guiliani (Stall Ullmann - Jean Pierre Carvalho) e Felician (Gestut Ittlingen - Ferdinand Leve), la francese Beautiful Heroine (Nikolay Shurupov - Francois Graffard), a segno nel Baboin, e l’inglese Energia Davos (Bryan Hirst Ltd & J. Chapple Hyam - Jane Chapple Hyam), che resta sul successo nelle Darley, tutti almeno vincitori di corse di gruppo, oltre che l’altro tedesco Diplomat (E Sauren - Mario Hofer). La difesa italiana si affiderà soprattutto agli alleati Dylan Mouth (Scuderia Effevi - A&S Botti), reduce dal posto d'onore nel GP del Jockey Club, e Circus Couture, secondo invece nel recente Ribot. Al via anche Priore Philip (Scuderia Ste.Ma. - A&S Botti), vincitore dell'edizione 2014 ma da allora non più ripetutosi sugli stessi livelli.
Non solo il Roma nella domenica alle Capannelle. In programma altre due corse di gruppo: il Premio Guido Berardelli (gruppo 3, 77.000 euro, m. 1800 p.g.), tradizionale test per i 2 anni su distanza impegnativa, e il Premio Carlo e Francesco Aloisi (gruppo 3, 61.600 euro, m. 1200 p.d.) per gli sprinter di 2 anni e oltre. Otto partenti nel Berardelli: da segnalare l’arrivo dell’inglese Viren’s Army (Middleham Park Racing - Richard Hannon), che sarà affidato a Umberto Rispoli. Voice of Love (Scuderia Effevi - A&S Botti) ha i titoli migliori tra i nostri. Tutti italiani nell’Aloisi, con il giovanissimo Zapel (Scuderia V.S.K. - A&S Botti) a sfidare gli specialisti anziani della velocità: l’ultimo 2 anni a imporsi in questa corsa è stato Golden Oriental nel 1996.
Nel pomeriggio anche il Criterium Femminile (listed, 41.800 euro, m. 1500 p.g.) per femmine di 2 anni: Page One (Umberto Saini - Marinella Arienti, terza del Dormello, Facia de Tola (Scuderia Rencati - A&S Botti), Victim of Love (Scuderia Effevi - A&S Botti) e le altre si confronteranno con l’inglese Make Fast, portacolori reale di S.M. Elisabetta II, allenata da Andrew Balding. I gentlemen avranno a loro disposizione il Premio Longnes World Fegentri Championship (11.000 euro, m. 1600 aw), tra i dieci partenti cinque saranno cavalieri esteri.
Clicca qui per i partenti
Clicca qui per i favoriti
Torna Indietro